Territorio

I posti in cui l'azienda Campisi opera sono luoghi in cui il paesaggio, l'arte e la cultura si fondono per dare vita ad un insieme di tradizioni che da millenni si susseguono dando forma ad un paesaggio unico e di rara bellezza. Il mare, la campagna e la gente che vive questi posti, ne hanno definito i caratteri tipici; farsi rapire dai colori della luce, dai sapori e dai paesaggi di queste zone è davvero semplice.

Storia

Lavorati artigianalmente

L'azienda familiare Campisi nasce nel 1854 a Marzamemi (SR), in un piccolo borgo intriso di tradizioni legate alla lavorazione del pesce. Legata al mare da oltre un secolo, Salvatore Campisi produce e trasforma una vastissima gamma di prodotti ittici, dal Tonno Rosso, Pescespada, Ricciole, alla pregiatissima bottarga, mosciame (prosciutto di tonno) fino alla raffinazione del pescato in pesti e paté. L'utilizzo di antiche tecniche, risalenti al periodo arabo, affinate nel tempo nel piccolo borgo di Marzamemi, l'essiccazione e la stagionatura dei prodotti di tonnara, in una fascia climatica particolarmente adatta, ha reso Salvatore Campisi, degno di essere considerato uno degli ultimi conoscitori di tradizioni oramai in estinzione meritevole di tutela e riconoscimento. Campisi afferma: "Il nostro obiettivo è quello di ricercare continuamente quei prodotti che hanno fatto la storia della nostra terra, nel mese di luglio metteremo in commercio il famoso Garum Excellens, un condimento a base di pesce e spezie locali fresche utilizzato dagli antichi Romani nel V secolo a. C e molto ricercato dagli intenditori della cucina tradizionale".
Tradizione - L'esperienza e la cura di un tempo

L'azienda familiare Campisi nasce nel 1854 a Marzamemi (SR), in un piccolo borgo intriso di tradizioni legate alla lavorazione del pesce. Legata al mare da oltre un secolo, Salvatore Campisi produce e trasforma una vastissima gamma di prodotti ittici, dal Tonno Rosso, Pescespada, Ricciole, alla pregiatissima bottarga, mosciame (prosciutto di tonno) fino alla raffinazione del pescato in pesti e paté.

L'utilizzo di antiche tecniche, risalenti al periodo arabo, affinate nel tempo nel piccolo borgo di Marzamemi, l'essiccazione e la stagionatura dei prodotti di tonnara, in una fascia climatica particolarmente adatta, ha reso Salvatore Campisi, degno di essere considerato uno degli ultimi conoscitori di tradizioni oramai in estinzione meritevole di tutela e riconoscimento.

Campisi afferma: "Il nostro obiettivo è quello di ricercare continuamente quei prodotti che hanno fatto la storia della nostra terra, nel mese di luglio metteremo in commercio il famoso Garum Excellens, un condimento a base di pesce e spezie locali fresche utilizzato dagli antichi Romani nel V secolo a. C e molto ricercato dagli intenditori della cucina tradizionale".

Ma non è da dimenticare che Marzamemi è situata nel comune di Pachino: l'azienda Campisi si è negli ultimi anni dedicata anche alla lavorazione e trasformazione di prodotti vegetali, primo fra tutti l'oro Rosso di Pachino, il "Pomodoro di Pachino IGP", conosciuto nel mondo per la sua infinita dolcezza. Uno dei prodotti di maggiore successo è la Salsa di pomodoro nella qualità costoluto o ciliegino, Paolo Campisi assicura "La lavorazione é rimasta la stessa che tradizionalmente gli abitanti del luogo si tramandano da generazioni. Genuinità, freschezza della materia prima e rigidi controlli garantiscono il massimo della qualità". Tale aspetto richiama uno dei valori fondamentali dell'azienda Campisi, ovvero il suo codice etico. Consapevole del fatto di vivere dei frutti della terra e del mare, l'azienda rispetta il territorio prevedendo la lavorazione di prodotti dall'origine garantita e controllata, come il Pomodoro Pachino IGP o l'utilizzo di pesce pescato esclusivamente all'amo e mai a mattanza, all'insegna di un sano rapporto uomo-natura.

 

Le attenzioni per l'identità del territorio unite al controllo di tutti i processi di lavorazione e alla genuinità degli ingredienti fanno di Campisi una realtà che sposa gli antichi sapori della terra e del mare di Sicilia.